Phare


 



                                        PROGRAMMA PHARE

 

Titolo del progetto:

“Creazione delle abilità sociali nella prevenzione della polidipendenza e della violenza su bambini ed adolescenti”

Il progetto è stato promosso dall’Associazione Karan (Polonia) attraverso il programma Phare della Commissione Europea.

E’ un programma di microprogetti in Polonia pubblicato dalla Commissione Europea rappresentata dalla delegazione della Commissione europea in Polonia.
L'invito a presentare proposte riguarda attività relative alla protezione dell'ambiente, allo sviluppo socioeconomico ed attività nel settore sociale.

L’Associazione "Casa Famiglia Rosetta" collabora in questo progetto di cooperazione con l’Organizzazione Karan, attraverso il “Trasferimento di Buone Prassi”. Nello specifico il progetto prevedeva i seguenti obiettivi:

 

·             arricchire e implementare l'offerta del programma terapeutico dell'ACFR nel campo della prevenzione della patologia sociale e della violenza perpetrata su bambini ed adolescenti; Particolare attenzione è posta l’attenzione sulla dipendenza dalle sostanze stupefacenti, e sulla violenza tra gli adolescenti nel gruppo dei pari e all’interno delle mura domestiche.

 

·              realizzare nuovi metodi di prevenzione e riabilitazione sia a livello residenziale che ambulatoriale.

 

·             apertura di Centri di Crisi per le tossicodipendenze a Varsavia, Radom, Rzeszow ed Elblag.

 

 

Per trasferimento di buone prassi si intende la possibilità di fare sperimentate ad enti, organizzazioni, associazioni quelle pratiche socio-riabilitative che sono consolidate e producono effetti positivi all’interno della propria organizzazione.

Al progetto hanno partecipato i seguenti esperti dell’Associazione "Casa Famiglia Rosetta" per gli ambiti relativi all’area della disabilità, della tossicodipendenza, e dell’AIDS:

  • Sac Dott.Vincenzo Sorce presidente e fondatore dell’Associazione "Casa Famiglia Rosetta"
  • Dr. Denaro Antonino responsabile della Casa Alloggio P. Puglisi di Palermo per persone affette da AIDS dell’Associazione "Casa Famiglia Rosetta"
  • Gulino Mariolina, psicomotricista presso il cento di Riabilitazione Neuropsicomotoria “Villa S. Giuseppe” dell’Associazione "Casa Famiglia Rosetta"
  • Tardanico Giuseppe educatore professionale presso la comunità di riabilitazione dalle tossicodipendenze “ S. Maria dei Poveri” dell’Associazione "Casa Famiglia Rosetta".

 

Stato: progetto concluso nel 2003