Paesi dell'EST Europa

 

PROGRAMMA INTERNAZIONALE DI CONTROLLO DELLA DROGA DELLE NAZIONI UNITE

 

Formazione con i Paesi dell'EST

 

Storia del Progetto:

Nel Dicembre 1999 l’Associazione “Casa Famiglia Rosetta” concludeva le attività del Progetto Formativo sul trattamento delle tossicodipendenze rivolto ad operatori provenienti da sei Paesi dell’Europa Centrale: Ungheria, Bulgaria, Rep. Ceca, Polonia, Slovenia e Slovacchia. Il progetto, svoltosi nell’arco dei cinque anni precedenti, era iniziato in collaborazione con l’Università di S. Diego, finanziato dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d’America e passato, successivamente, sotto l’egida dell’ONU.

 

A tale progetto avevano partecipato circa 300 operatori del settore che, in seguito agli esiti del percorso formativo svolto per la maggior parte in Italia ed integrato con sessioni di assistenza tecnica nei Paesi destinatari, si impegnavano nell’elaborazione, implementazione e sviluppo di progetti - pilota nel proprio Paese, basati sul metodo terapeutico appreso durante il periodo della formazione.

 

Visto il successo dell’iniziativa, nel Gennaio 2000  il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti d’America  e l’Ufficio delle Nazioni Unite per il Controllo della Droga e la Prevenzione del Crimine (UNDCP), davano avvio ad un nuovo  progetto, nato come naturale prosieguo del precedente, avente le stesse finalità ed indirizzato a specialisti operanti in Russia, Bielorussia e Moldavia.

Grazie alla esperienza maturata ed ai successi conseguiti con il Primo Progetto, l’Associazione “Casa Famiglia Rosetta” veniva confermata Ente Attuatore.

 

Nel Febbraio 2000                                          

si svolgeva presso il Centro di Spiritualità dell’Associazione Eremo “Don Limone” di Serradifalco, il primo meeting di programmazione delle attività svoltosi tra i rappresentanti delle Nazioni coinvolte ed i Responsabili dell’Associazione “Casa Famiglia Rosetta”.

La formazione si orientava su due versanti, il primo, di tipo esperienziale, riservato alla presentazione delle attività svolte dall’Associazione “Casa Famiglia Rosetta” in tutti i settori, dalla riabilitazione all’alcolismo, alla Prevenzione Genetica; il secondo, orientato allo studio ed al confronto sui problemi della tossicodipendenza nei rispettivi Paesi e sulla formazione degli operatori addetti al settore.

Ai momenti di discussione e approfondimento teorico seguivano alcune visite presso le strutture, in occasione delle quali i Responsabili di Russia Bielorussia e Moldavia, avevano modo di incontrare gli operatori ed i residenti delle Comunità terapeutiche.

 

Risultati ottenuti:
Completamento dell’iter formativo dei professionisti destinatari dell’intervento;
Creazione di servizi per la prevenzione, l’accoglienza la riabilitazione ed il reinserimento sociale di persone con problemi di tossicodipendenza;
Stipula di un accordo di collaborazione tra l’Associazione e l’Università di S. Pietroburgo per lo svolgimento di attività formative e culturali comuni.


Stato progetto: concluso