ADAPT II Fase

INIZIATIVA COMUNITARIA ADAPT II FASE (1997-1999)

 


TITOLO DEL PROGETTO

"Realizzazione di una banca dati finalizzata alla fornitura di servizi telematici e di formazione a distanza per personale in servizio presso i centri di riabilitazione e i servizi socio-sanitari"

Il progetto concluso con successo nel 2001 prevedeva azioni nazionali e transnazionali, con partner della rete territoriale regionale ed Europei.


Come partner Regionali erano presenti i seguenti Enti pubblici/privati:

·         Associazione "Terra Promessa"

·         Provincia Regionale di Caltanissetta

·         Comune di Caltanissetta

·         Comune di Milena

·         Comune di Bompensiere


Come partner Europei hanno partecipato:

·         SEKAP GREEK TOBACCO MANUFACTURING S.A. (Grecia)

·         GRETA PARAMEDICAL ET SOCIAL DE PARIS (Francia)

Sintesi del progetto Nazionale e risultati raggiunti

Il progetto ha avuto l’avvio ufficiale nel mese di settembre 1997, era strutturato in quattro fasi tra di loro complementari, precisamente:

Prima fase: Ricerca per la ricognizione dei servizi sociosanitari e assistenziali presenti sul territorio della provincia di Caltanissetta.

Gli obiettivi erano:

1.      Monitoraggio dei servizi sociosanitari e assistenziali attivati dagli enti pubblici e privati in favore di anziani, minori a rischio, tossicodipendenti, ex degenti psichiatrici, malati di AIDS, extracomunitari, disabili;

2.      Individuazione delle modificazioni strutturali e di funzionamento avvenute negli enti erogatori

3.      Rilevazione sulla adeguatezza degli organici;

4.      Rilevazione del fabbisogno formativo per il potenziamento delle competenze e/o formazione ex novo delle professionalità;

5.      Analisi della dotazione tecnologica, informatica e delle telecomunicazioni.

La ricerca sul territorio della Provincia di Caltanissetta ha utilizzato la seguente metodologia:

·         Raccolta dati tramite schede-questionario

·         Documentazione statistica e bibliografica

·         Interviste a testimoni privilegiati

·         Verifica degli obiettivi che i servizi si propongono

·         Mappa dei bisogni

·         Mappa delle risorse umane e materiali

·         Mappa delle tecnologie a disposizione delle strutture e dei servizi

Seconda fase: Formazione - riqualificazione del personale in servizio.La formazione del personale è finalizzata:

Obiettivi: Migliorare le competenze gestionali di un gruppo di 30 responsabili di servizi socio-sanitari, anche attraverso la padronanza di strumenti informatici e telematici.

Attività: E' stato organizzato un corso di formazione per la durata di 100 ore, in due edizioni, per gruppi di 15 occupati ciascuna. tale scelta si giustifica sia per ragioni didattico-pratiche, sia per ragioni organizzative.

 Inoltre si è svolto un corso di 300 ore per la riqualificazione di 6 operatori nel settore della gestione degli strumenti informatici e telematici. I moduli formativi della azione formativa sono stati:


Pianificazione e management - 60 Ore
Alfabetizzazione informatica, telematica e tecnologie multimediali - 40 Ore
Gestione dei sistemi informatici - 40 Ore
Windows NT - 40 Ore
Programmazione HTML ed amministrazione server WEB - 60 Ore
Tecnologie multimediali e telematiche - 60 Ore
Amministrazione di data-base - 30 Ore
Comunicazione e FAD - 60 0re
Valutazione dell’apprendimento - 10 Ore

Terza fase: Attivazione della Banca Dati e dei servizi ad essa collegate.

Le informazioni che la Banca Dati sono relative all'offerta, sia qualitativa che quantitativa, delle risorse e dei servizi riabilitativi, sociosanitari ed assistenziali, presenti nella provincia di Caltanissetta. Le informazioni, strutturate sul World Wide Web, sono di tipo descrittivo, informativo, orientativo e formativo. Esse sono agevolmente fruibili da tutti gli utenti della rete Internet.

Le unità informative di base riguardano:

 

·  Tipologie di servizi richiesti sul territorio;

·  Attività corsuali di formazione iniziale o continua;

·  Convegni, seminari, iniziative nel settore;

·  Documentazione scientifica;

·  Documentazione legislativa

 

Quarta fase: Sperimentazione di un corso di Formazione a Distanza

 

In questa fase è stato sperimentato un corso di formazione a distanza rivolto a un gruppo di operatori dell'ACFR che lavorano nelle sedi di: Torino, Palermo, Portho Velho (Brasile), Siracusa, Roma. sulla teoria della comunicazione.


 

PROGETTO TRANSNAZIONALE


Le attività del progetto transnazionale, con i partner della Francia e della Grecia, prevedevano incontri bilaterali, di tipo seminariali, con obiettivi di lavoro che sono strutturati secondo le seguenti fasi:

 

Prima Fase:

 

 

Seconda fase:


Questa fase ha l'obiettivo di riqualificare e formare il personale che successivamente gestirà la Banca dati ed i suoi servizi. La formazione è organizzata in forma modulare e darà competenze per quanto riguarda la capacità di pianificare, e di utilizzare il linguaggio informatico, di fare formazione e distanza e di gestire una banca dati.

Vi saranno interscambi di formatori e di formandi e scambi di metodologie didattiche e formative, con la possibilità di seguire stages e moduli formativi.
Alla fine della seconda fase è previsto un convegno che ha l'obiettivo di verificare e monitorare le attività svolte e per la diffusione dei risultati.

 

Terza fase:

 


Servizi per:


- Tossicodipendenti
- Portatori di handicap
- Anziani
- Minori
- AIDS
- Prevenzione genetica
- Alcolismo
- Biblioteca scientifica
- Alcolismo
- Informazioni sui servizi sociosanitari
- Formazione a distanza


Alla fine delle terza fase è stato  organizzato un convegno per verificare il lavoro svolto in comune e per diffondere i risultati raggiunti.

 

 

In questa fase si sono rese operative le Banche dati ed i  servizi nei rispettivi paesi di origine. Si calibreranno gli strumenti tecnici (Server e collegamenti a Internet) e si scambieranno le informazioni delle prima fase del progetto (ricerca) elaborando in comune i servizi che la Banca Dati si propone di realizzare, precisamente:


Inter/scambiare i dati relativi alla ricerca sulla ricognizione dei servizi sociosanitari e assistenziali, al fine di valutare la loro efficienza, efficacia e fabbisogno formativo. Questa azione prevede un interscambio di formatori e coordinatori della ricerca, con seminari di studi sui risultati ottenuti dalle indagini e per pianificare le azioni successive. Questo primo incontro è anche importante perché si codificheranno le metodologie e le strategie tecnologiche per la realizzazione delle banche dati nei rispettivi paesi di origine.
Stato: Progetto concluso nel 2001